Pittura, scultura, fotografia, design, in un’esperienza fruitiva emozionante. L’evento curato da Paolo Levi e Sandro Serradifalco si è svolto a Verona presso lo spazio fieristico del Palaexpo. Circa cinquecento gli artisti presenti da varie parti del globo.

Ciò che si è presentato ai visitatori è stato uno spaccato significativo della creatività attuale, sollecitando, uno scambio culturale qualificato attraverso i numerosi eventi collaterali presenti alla manifestazione. Il 9 Giugno 2016, Vittorio Sgarbi ha inaugurato la 1a Triennale dell’Arte Contemporanea di Verona.

Questo il pensiero del critico Vittorio Sgarbi in merito: «Il mondo dell’arte é quanto di meno democratico possa essere concepito. è un iceberg, nella cui parte emersa c’è un sistema tirannico, fortemente autoreferenziale; sotto, c’è tutto quello che da quel sistema, per le ragioni più varie, rimane fuori, enormemente più rilevante, in termini di estensione, di ciò che sta sopra.

Si può credere che ciò che sta sopra lo sia perché ha acquisito un maggior merito, cosa che, peraltro, sarebbe tutta da dimostrare, e che in ogni caso non potrebbe essere estesa, incondizionatamente, a tutto il sistema, se non per partito preso. Non si può credere di poter identificare l’arte solo con il sopra, come se il sotto non esistesse, se non riducendone drasticamente l’importanza sociale, il suo essere fenomeno non elitario, ma di largo coinvolgimento collettivo.

Ci piaccia o no, viviamo in un’epoca storica che come forse nessun’altra può essere definita della creatività di massa. Tenerne conto é, prima di tutto, un atto di correttezza intellettuale. Qui, a Verona, lo si mette in pratica». I visitatori della 1a Triennale dell’Arte Contemporanea hanno avuto la possibilità di esprimere un voto agli artisti espositori. Tutti gli artisti ammessi all’evento hanno partecipano anche al Premio Internazionale Triennale della Creatività. Luca Beatrice, celebre critico d’arte, ha presieduto la commissione giudicante composta dal giornalista Angelo Crespi e dal gallerista Estemio Serri.

La premiazione si è svolta giorno 12 Giugno 2016. Musica, colori e atmosfere gioiose; Il Maestro Filippo Lui, presente nei giorni espositivi ha omaggiato agli artisti e visitatori vari appuntamenti musicali. Nei giorni espositivi sono state proiettate le immagini di numerose opere d’arte selezionate da Paolo Levi per il progetto “opera D.O.C.” e quelle degli artisti internazionali partecipanti al Premio Internazionale “Shakespeare in Art”. Al fine di dare testimonianza e maggiore divulgazione all’evento è stato realizzato il catalogo della mostra edito da EA Editore di Palermo.

About The Author