Se non avete molto o meglio da fare, e vi capitasse, per caso, a partire dal 25 giugno, di passare da Modena, sappiate che a Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande 103, avrete la possibilità di «visionarie riflessioni esistenziali ricavate dal “sandwich” di più diapositive».
Stiano calmi i devoti del culatello: nel «sandwich» ci sono solo foto. Si apre infatti la mostra (organizzata e prodotta dalla Galleria civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti di Parma e Wall of Sound Gallery di Alba) dedicata ad Art Kane, leggendario fotografo che alle 10,00 di un mattino d’agosto del 1958 immortalò per la rivista Esquire ben 57 leggende del jazz su un marciapiede della 126ma strada, ad Harlem.
E’, comunque, una mostra da non perdere quella di Kane, nonostante gli organizzatori ci dicano che «il suo editing ferocemente chirurgico ha lasciato rarissimi scatti alternativi nel suo pur sterminato archivio».

Nell’attesa “piombatevi”, giovedì 16 aprile, alle 18,00, in via Fiori Chiari 3 a Milano dove è tanto attesa «una celebrazione della realtà che sta riportando il nostro paese al centro del mondo in un’atmosfera magica e glamour».

Tranquilli, non è una convention di Matteo Renzi, ma una «mostra» (si fa per dire) « in un viaggio alla scoperta del volo dal Futurismo ad oggi». Gli spazi espositivi sono quelli della «Galleria Robertaebasta». Dove«basta» è un auspicio che non si può non condividere.
Questa, però, ve la potete tranquillamente perdere, nonostante «la memoria storica della Maison Mila Schön, rivisitata da Alessandro De Benedetti, metterà in scena severe divise da piloti e raffinate assistenti di volo, in perfetto stile “bourgeois” grigio Milano; angora cashmere nelle mantelle dalla lavorazione double e doppio satin crêpe nel trench e nel tailleur heritage blu polvere». Per la serie: sti cazzi…

Nino Ippolito
ninoippolito@gmail.com
@stampasgarbi

About The Author