Il Leviatano – Botta e Risposta col direttore di Effetto Arte

a cura di Barbara Zucchi

 

Paolo Levi non fa prigionieri. Sin quando non avrà un minimo pentimento lo prenderò alla sprovvista per ottenere da domande “normali” risposte infami.

BZ: Per Alberto Arbasino la figura dello scrittore italiano passa per tre stadi obbligatori: promettente talento, solito stronzo e venerato maestro.
Sono categorie applicabili anche alla figura dell’artista?

 

PL: Mentre in letteratura questa affermazione di Arbasino è plausibile, per quello che riguarda l’arte contemporanea compaiono costantemente venerati maestri, i cui top price d’asta vengono offerti dai mercanti d’arte come capolavori.
Allora c’è da chiedersi se il termine stronzi non appartenga piuttosto ai collezionisti che giocano d’azzardo col loro portafoglio.

About The Author