I paesaggi di Franco Carletti sono soprattutto una soave traduzione visiva sulla tela dei suoi ricordi personali. Lo si nota dall’inserimento di particolari allusivi che rendono le sue opere vive e cariche di significato. Luoghi amati e vissuti, filtrati attraverso il ricordo, che danno spessore a un’espressione artistica meditata. La scelta di utilizzare l’acrilico materico conferisce a queste opere un taglio realistico, dove gli scorci di paese o gli orizzonti marini mostrano un’affettività profonda legata a ricordi e a sensazioni soggettive. La tela è quindi per l’artista come una finestra da cui affacciarsi per ripercorrere un suo panorama interiore, tramite un segno ora intenso, ora appena accennato, ma comunque sempre armonioso.

About The Author