Daniela Troina Magrì utilizza dinamiche espressive assai complesse, rielaborando, nei diversi momenti della sua produzione artistica, figurazione e astrazione. Questo sincretismo stilistico le permette di raggiungere risultati compositivi intrisi di metafore emotive, capaci di tradurre in chiave pittorica le vibrazioni di un sentire fortemente lirico. L’artista attinge a una tavolozza variegata, dove abitano tonalità vivide, che tratteggiano i contorni del suo incedere segnico in un vero caleidoscopio cromatico. In realtà pigmenti e gestualità rispondono alle istanze di un dialogo calibrato, capace di conferire ordine alla composizione e di guidare alla sua interpretazione nell’intersecarsi e sovrapporsi di differenti percezioni emotive.

About The Author