La talentuosa pittrice Clara Golinelli realizza opere figurative dense di significati che intessono un dialogo profondo con l’osservatore. Lavori che narrano attimi di una quotidianità, dove l’assenza della figura umana annuncia una sottile malinconia, o la percezione di una perdita. L’attenzione nel riprodurre oggetti abbandonati o in attesa di essere riutilizzati, manichini, abiti appoggiati, esprime in realtà sentimenti profondi che si celano nel suo animo: forse una denuncia del senso di solitudine e dell’alienazione che contraddistingue oggi i rapporti interpersonali.

About The Author