Nelle forme e nei colori, la produzione artistica di Astrid Jacobs ricorda Marc Chagall, ma è guardando più attentamente che ci rendiamo conto che le sue opere sono un capolavoro di originalità. Tra strutture cromatiche che prevedono l’utilizzo di colori primari nella loro più naturale bellezza, e un linguaggio geometrico e apparentemente disordinato, prendono vita le sue storie. Storie dove le immagini si sostituiscono alle parole, storie che raccontano dell’uomo, di un sogno, di si una visione, storie che danno un aspetto concreto a ciò che nella mente della Jacobs, era rimasto fino a quel momento, solo un pensiero astratto.

About The Author